AIRosa ASSOCIAZIONE ITALIANA DELLA ROSA   
Roseto "Niso Fumagalli" - Villa Reale Monza - Italy
Tel. +039 039 320994 - Fax +039 039 2086237
E-Mail: info@airosa.it
 
23/05/2014

Da 50 anni alla ricerca della rosa perfetta

50° edizione Concorsi Internazionali al Roseto “Niso Fumagalli” di Monza per Rose Nuove
Monza, 23 maggio 2014 – Importante anniversario per l’Associazione Italiana  della Rosa, impegnata nell’organizzazione della 50a edizione dei Concorsi Internazionali per Rose Nuove che si terranno venerdì 23 maggio al Roseto “Niso Fumagalli” della Villa Reale di Monza.
prodotto
Ai Concorsi 2014 vengono presentate 73 nuove varietà di rose create da 21 rosaisti provenienti da Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Spagna, Svizzera.  La presenza più forte è sempre quella dei francesi con 8 partecipanti.

La proclamazione delle rose vincitrici è affidata a Silvano Fumagalli, presidente dell’Associazione Italiana della Rosa, che continua l’impegno di sua madre, Ester Boschetti Fumagalli, past-president dell’Associazione per 18 anni. Ester Boschetti Fumagalli, ha raccolto l’eredità del marito Niso Fumagalli, fondatore del Roseto nel 1964 e iniziatore dei Concorsi nel 1965.

E’ proprio Silvano Fumagalli che riassume il lungo percorso intrapreso da suo padre alla ricerca della rosa perfetta: “Sul terreno di gara dei nostri Concorsi è passata una grande parte della storia dell'evoluzione della rosa. Il gusto della gente in 50 anni è cambiato in modo impressionante e questo cambiamento si è tradotto in un'evoluzione nei colori e nelle forme delle rose che nessuno poteva prevedere negli anni sessanta e che ancora oggi mi sorprende. Grazie a questa prospettiva storica – prosegue Fumagalli - sono ancora più ammirato della capacità creativa degli ibridatori rosaisti. Il loro lavoro richiede di coniugare grandi capacità tecniche con elevate sensibilità artistiche. Noi tutti appassionati di rose dobbiamo essere loro grati per le meravigliose creazioni che ci hanno dato”.

Per tradizione, i Concorsi di Monza hanno una madrina, ma nel 2014, in occasione della 50° edizione, l’onore di premiare i vincitori e dare risonanza alla manifestazione tocca alla coppia di campioni di danza su ghiaccio, Anna Cappellini e Luca Lanotte, interpreti per eccellenza dell’unione tra perfezione tecnica e sensibilità artistica. I due pattinatori vantano un palmares di grande prestigio con una raccolta di medaglie di pregio, a coronare impegno e grande dedizione.

Anche per Anna e Luca il 2014 è un anno di grande orgoglio e di soddisfazioni: Campioni Italiani per il terzo anno consecutivo; 4° posto al Team Event e 6° posto ai Giochi Olimpici di Sochi in Russia; Medaglia d'Oro ai Campionati Europei di Budapest in Ungheria e Medaglia d'Oro ai Campionati Mondiali di Saitama, in Giappone, vinti lo scorso marzo.

La prima madrina, nel 1969, è stata Carla Fracci. L’anno successivo, venne la Principessa Grace di Monaco e con lei il Roseto e i Concorsi acquistarono risonanza internazionale.


Anche nel 2014  vengono assegnati premi alle tre migliori rose nelle categorie: Ibridi di Tea e Grandiflora (18 in concorso); Floribunde (36); e nella categoria che riunosce Arbustive (7); Sarmentose (8), Tapezzanti (2) e Miniature (2). Inoltre, sono proclamate le vincitrici delle categorie: “La più bella rosa italiana” e “La Rosa per l’Arredo Urbano”, premio promosso dal Comune di Monza.

Ci sono poi tre premi nazionali che si riferiscono all’anno precedente: “La rosa dei Soci”, “La rosa dei giornalisti” e “La Rosa del Pubblico”. Quest’ultimo va al fiore più votato dai visitatori del Roseto da maggio a ottobre.

La cerimonia di premiazione avviene nel Serrone della Villa Reale, dal 2009 in gestione al Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, che promuove la conoscenza e sostiene la conservazione del complesso monumentale della Villa Reale di Monza, del parco e delle relative pertinenze.

Il Gruppo Botanico Amici del Verde prosegue l’impegno per valorizzare e aprire il Roseto a un pubblico sempre più vasto trasformandolo nel palcoscenico di eventi e spettacoli musicali e culturali.